11 febbraio 2008

Scaricare e condividere mp3 è legale!!!

A fine Dicembre è stata modificata la legge sul diritto d'autore(18 agosto 2000, n°248), con l'aggiunta di un comma ad hoc per internet.
Il primo comma, già esistente, dell'articolo 70 della legge permetteva solo di citare parti di un'opera coperta da copyright, allo scopo di commento e per chi non rispettava tale articolo e non chiedeva le autorizzazioni dovute, erano previste sanzioni e penali.
Questa norma era troppo stringente e soprattutto mal si adattava alla realtà di internet, anzi, come ha spiegato Pietro Folena, Presidente della Commissione Cultura alla Camera che ha elaborato la modifica, era addirittura obsoleta, alla luce delle esigenze di fare divulgazione e cultura da parte di enciclopedie libere come Wikipedia e dei blog.
La nuova normativa in vigore dal 09-02-2008 dice:

"1-bis. E' consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, sentiti il Ministro della Pubblica Istruzione e il Ministro dell'università e della ricerca, previo parere delle commissioni parlamentari competetenti, sono definiti i limiti all'uso didattico o scientifico di cui al presente comma".

Ciò significa che dà la possibilità di pubblicare l'intera opera, purché si tratti di musiche o immagini "a bassa risoluzione o degradate" e lo scopo sia "per uso didattico o scientifico" e senza scopi di lucro.
Le polemiche che si sono succedute su questo argomento, con esponenti del calibro di Beppe Grillo e La Repubblica, hanno fatto sì che Folena spiegasse meglio il significato delle parole "a bassa risoluzione o degradate", che, come ha poi chiarito, si devono intendere come "una qualità non paragonabile a quella del cd, ma comunque ascoltabile o un'immagine con dimensioni non utili alla stampa".
Folena, ha spiegato poi, che la modifica all'articolo è stata fatta tenendo conto delle migliaia di professori che hanno ricevuto multe o ingiunzioni dalla Siae per avere pubblicato opere a scopo didattico sui propri siti.

Ora però dovrei fare qualche commento:
1- Come tutti sanno (soprattutto gli appassionati di musica), gli mp3 sono già una versione "degradata" della musica originale, perchè compressa!! Certo, il livello di compressione mp3 varia e la degradazione può essere più o meno udibile dall'orecchio umano, ma comunque c'è!! Forse Folena non lo sapeva??
2- A questo punto credo che la limitazione non si debba più intendere sulla qualità o meno del contenuto, ma piuttosto sull'ambito nel quale è permessa tale pubblicazione. Il problema è che l'interpretazione che si può dare a "usi didattici e scientifici" è molto ampia e soprattutto arbitraria.; infatti, il comma riportato sopra esplicita in modo chiaro che verrà emesso un decreto ministeriale che puntualizzerà questi ambiti.
In ogni caso circoscrivere in qualche modo il carattere scientifico o didattico di un sito, di un blog o altro potrebbe essere difficile, in quanto l'articolo 33 della Costituzione italiana afferma che: "L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento".
Il comma, in ogni caso, non può essere più modificato, perchè è stato approvato da entrambi i rami del Parlamanto ed è stato anche pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
In definitiva, questa legge sul diritto d'autore rischia di non tutelare nessun diritto.
E' facile supporre che si andrà incontro ad un nuovo iter legislativo! ...e sono curiosa di sapere come andrà a finire.

Infine..è nato un nuovo sito basato sulla tecnologia peer-to-peer: Qtrax. Scaricando da questo sistema non si corre il rischio di essere accusati di furto e non si ruba la musica ai legittimi proprietary, perché ognuno dei musicisti, degli editori, dei discografici, viene equamente ricompensato attraverso una quota dei ricavi pubblicitari del sito.

Codice del Blog

I software didattici che segnalo su questo blog sono tutti liberi.
In ogni recensione dei software si trova la citazione dell'autore e/o del sito dell'autore.
Le immagini sono state reperite in internet, escludendo le opere dei miei alunni; in ogni caso riportano o a fianco o nel Post la citazione dell'autore o del sito in cui le ho trovate.
Qualora gli autori delle immagini e dei software didattici fossero contrari alla pubblicazione o notassero citazioni non corrette, basterà che mi contattino e io provvederò immediatamente ad eliminare immagini o modificare le citazioni.